Seminario tecnico
DOTTORI AGRONOMI E DOTTORI FORESTALI PROTAGONISTI NELLA PIANIFICAZIONE E NELLE COMMISSIONI DI QUALITA' CQAP

Modena > 14 ottobre 2011


Un seminario tecnico, organizzato dall'Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Modena, che ha voluto e saputo spaziare ben al di là del mero tecnicismo.
Numerosi e di notevole spessore gli interventi, che hanno messo in luce come, nel settore della pianificazione e della gestione e salvaguardia del territorio (e del paesaggio), si debba e si voglia innovare fortemente e sotto diversi aspetti che coinvolgono, a pieno titolo, tali professionisti.


Gli elementi più rilevanti usciti dalla discussione riguardano infatti:

  • la necessità di superare definitivamente la dicotomia tra territorio urbanizzato (“pieno”) e territorio rurale e naturale (“vuoto”), dando un diverso significato e ruolo anche al “verde urbano”. In questo senso l'esperienza e la professionalità dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali può finalmente estrinsecarsi appieno;

  • il bisogno di riscoprire l'approccio (“tipicamente femminile” come indicato dal prof. A. Pistocchi nella sua lectio magistralis) della cura e della manutenzione, da contrapporre all'approccio “classico” della nuova occupazione di territorio: in un mondo sempre più complesso, in crisi ambientale e di risorse, un obiettivo sicuramente condivisibile è quello di privilegiare il riuso ed il recupero;

  • l'importanza di riportare appieno l'attività di pianificazione e gestione del territorio alle sua natura di azione collettiva, condivisa, come anche confermato dall'assessore all'Urbanistica del Comune di Modena D. Sitta che ha indicato nelle esperienze di laboratorio collettivo (come quella inerente il recupero del Villaggio Artigiano) una via che si intende seguire anche per la redazione del futuro PSC della città.

Un seminario, dunque, che nell'affrontare la tematica del ruolo del Dottore Agronomo e del Dottore Forestale nella pianificazione e all'interno delle CQAP, ha saputo non limitarsi alla semplice disamina tecnica del problema, spaziando anche in campi più ampi quali la normativa in materia di tutela dell’ambiente e del paesaggio svolto dalla rappresentante della Soprintendenza regionale Arch. G. Polidori. Altri e qualificati interventi sono stati svolti da rappresentanti istituzionali e liberi professionisti.
Il bilancio dell’iniziativa appare largamente positivo nonostante il protrarsi della mattinata: la platea dei partecipanti infatti non ha mai dato segni di stanchezza o noia.
Le conclusioni, più un punto di partenza che di arrivo, svolte dal Dott. F. Palmeri del CONAF (Consiglio Nazionale Agronomi e Forestali), hanno auspicato che il lavoro su questi temi prosegua e si sviluppi a tutti i livelli, a partire appunto dall’attività professionale dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali a livello locale (con la costituzione di una Commissione Regionale che elabori e sviluppi una azione anche a partire dalla proposta di Linee Guida che l’Ordine di Modena ha proposto ai partecipanti) ed a livello nazionale, con un coinvolgimento diretto del CONAF e dei vari organismi che attualmente si occupano dell’argomento.

Scarica i documenti del convegno:

© Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Modena